Logo2019  
CIVITA CASTELLANA
10 LUGLIO - 28 LUGLIO
copertinapiccola
 
         
  direttore artistico: FABIO GALADINI                               facebook   pinterest  
   
 
Dottor Franco Caprioli (Sindaco di Civita Castellana)   Fabio Galadini (Direttore Artistico)
Un Festival per Civita, un privilegio di cui Civita Castellana può andar fiera. In un periodo storico di criticità economica, sociale e culturale, il Civitafestival rappresenta la “pietra angolare”, il porto sicuro, il momento che consente di lasciare alle spalle, almeno per la durata di ogni spettacolo, tensioni e preoccupazioni. Civitafestival assume una funzione di “rinnovamento”… e, di “annuale rinnovamento”, possiamo parlare a proposito del calendario di eventi, che spazia dal jazz alla lirica, dalla danza alla pièce teatrale, dal rock alla tragedia greca, cercando di soddisfare le esigenze artistiche più disparate. Così, da 31 anni, musicisti, cantanti, attori, di fama internazionale, danno lustro al nostro comune, catalizzando l’interesse di un pubblico esigente, locale e non, che, nel mese di luglio, attraversa vie e piazze del centro storico, animando un contesto architettonico di grande pregio. Lo spettatore viene accolto dalla rigogliosa natura delle “forre” e, poi, accompagnato nel magico mondo dell’“Arte” e di contesti dal fascino ineguagliabile. Tanto successo non è frutto del “caso”, come dimostrano i cospicui investimenti di molti imprenditori e della Fondazione CA.RI.VIT., sempre attenta e sensibile nei confronti di ogni iniziativa culturale di qualità. Il ringraziamento va a Fabio Galadini, ideatore, “paladino” e direttore artistico del Civitafestival, che, con tenacia e caparbietà, pianifica, nel corso dell’anno, la complessa kermesse, consentendo una continua crescita e durata nel tempo della stessa. Al Civitafestival auguro un futuro foriero di novità e di grandi talenti. Ad maiora.  

Alla sua trentunesima edizione il Civitafestival coniuga tradizione e contemporaneità. Forme e comportamenti creativi delle varie discipline artistiche confermano la naturale predisposizione del festival al pluralismo culturale e artistico rendendosi di più interprete della nostra epoca nella consapevolezza e nella speranza che anche l’arte debba e possa fare la sua parte: sollecitare la fantasia facendo crescere il giudizio critico attraverso il consumo dell’arte e della bellezza. Particolarmente significativa è la presenza giovanile, in quest’ottica la programmazione ha rivolto un doveroso sguardo ai giovani talenti che in questa edizione la fanno da padrone. Il Civitafestival si pone come osservatorio privilegiato delle varie tendenze in campo artistico a partire dal territorio. Quest’anno è significativa la presenza di formazioni e artisti di Civita Castellana. Un doveroso ringraziamento lo rivolgo alla Fondazione Carivit per il suo fondamentale sostegno e agli sponsor che con la loro lungimiranza e amore per la città hanno reso possibile la realizzazione di questa edizione. Un festival per Civita, per i civitonici e per tutti coloro che, attraverso il Festival, possano scoprire l’immenso patrimonio storico, archeologico e paesaggistico di Civita Castellana. A tutti rivolgo l’invito a frequentare le proposte del Civitafestival augurandovi buona riflessione e, come sempre del resto, buon divertimento.

 
     
  bannersponsor